RIDE SAFE......STAY TUNED! 
  • Facebook
  • Twitter
  • Instagram
  • YouTube
  • Pinterest
  • Google+

© 2016 by  MOTOAIRBAG® | DPI Safety srl 

s.s dei Giovi 11/13 Badile (MI)  T. 02 905 3806 

P.IVA/C.F. 12144280158

0

COME FUNZIONA

 
 

MOTOAIRBAG®  

è un sistema airbag da indossare per andare in moto.

In caso di incidente il sistema airbag si attiva proteggendo efficacemente le zone del corpo più importanti.

COSA PROTEGGE

 

COME PROTEGGE

SISTEMA MECCANICO

Il sistema di riconoscimento è meccanico: un cavo fisico calibrato misura costantemente la distanza tra il pilota e la moto.

Il sistema meccanico è molto semplice e funziona sempre. Anche le cosiddette situazioni di incertezza vengono riconosciute come potenzialmente pericolose per cui il sistema airbag si attiva.

E’ molto importante che il sistema airbag si attivi sempre. Perché i traumi sono indipendenti dalla velocità di caduta, ma dall’ostacolo che si va a colpire.

Qualora la dinamica dell’incidente si risolva senza impatto, il motociclista può ricaricare in maniera autonoma il proprio sistema airbag.

 

AFFIDABILITA'

I sistemi più semplici sono i più affidabili.

Le semplici SOLUZIONI MECCANICHE hanno una interfaccia utente meno elegante di altri sistemi, ma sono le più affidabili e più adatte per i sistemi di sicurezza.

Non a caso il più di uso ed affidabile sistema di sicurezza è meccanico: la cintura di sicurezza automobilistica.

Ma ci sono molti di altri esempi: sistemi frenanti, sistemi antincendio, sistemi di chiusura di sicurezza, sistemi di evacuazione di emergenza, sistemi di scatto (armi incluse).

MOTOAIRBAG® 

  • è un sistema di sicurezza ad attivazione meccanica 

  • è sempre “attivo” e non richiede manutenzione ordinaria (semplice revisione dopo 4 anni) 

  • è semplice da utilizzare

Esempio classico: la bussola funziona sempre. Il GPS dopo un po’ si scarica ( e a volte non prende…)

 

TEMPO DI ATTIVAZIONE

Un incidente non è mai istantaneo ma è una sequenza di attimi misurati in milliescondi.

Più un incidente avviene rapidamente, più le decelerazioni a cui è sottoposto il corpo sono le maggiori responsabili di traumi agli organi interni (bassa probabilità di sopravvivenze, anche in presenza di protezioni). Fortunatamente nel 98% degli incidenti il primo impatto tra motociclista e ostacolo avviene nei primi 150 millisecondi. (FONTE DEKRA – Germany)

MOTOAIRBAG®

  • si gonfia in 80/85 millisecondi e comunque risulta completamente attivo prima dell’impatto

  • rimane protettivo per almeno 30” per proteggere il motociclista anche dai successivi impatti che possono vericarsi

  • successivamente si sgonfia automaticamente per permettere ai soccorsi di intervenire correttamente

 
 

QUANTO PROTEGGE

CERTIFICAZIONE

Gli airbag di dividono in due categorie,  certificati (e protettivi) e non certificati.

Dal 2013 esiste una Norma Unica Europea che ha lo scopo di testare i sistemi airbag per motociclisti: EN1621/4.

Gli airbag certificati EN1621/4 devono obbligatoriamente riportare in maniera ben visibile il relativo pittogramma che assicura al cliente che il prodotto ha soddisfatto tutti i requisiti di sicurezza.

Per evitare che ogni costruttore testi a proprio modo il sistema airbag, dal 2013 esiste una Norma unica per testare gli airbag per Motociclisti, denominato EN1621/4:2013Motorcyclists' protective clothing against mechanical impact-Part 4: Inflatable Motorcyclists' protectors-Requirements and test methods.

Lo Standard prevede test molto severi ai quali il dispositivo airbag deve essere sottoposto per validarne l'efficacia e la protezione per i motociclisti. Tra questi ci sono:

test di innocuità dei materiali utilizzati

test sui tempi di gonfiaggio

sensibilità al riconoscimento della situazione di incidente

test affidabilità generale del sistema airbag

test di impatto

tempo di durata della protezione

test di sgonfiaggio

test ergonomici e di confort eseguiti con il sistema airbag gonfio e sgonfio.

test dei sistema di trattenuta del sistema airbag al corpo

MOTOAIRBAG® ha superato tutti i test ed è attualmente Certificato come Airbag per Motociclisti di livello 2 EN1621/4:2013 ("Motorcyclists' Protective Clothing Against Mechanical Impact - Part 4: Motorcyclists' Inflatable Protectors")

E' stato ottenuto il livello massimo raggiungibile nei test di impatto, registrando una forza residua all'impatto di soli 1,4 kN (valore ottenuto senza l'utilizzo di protettori rigidi).

 

CRASH TEST

MOTOAIRBAG® è stato sopposto a numerosi test reali di impatto utilizzando manichini antropometrici. Lo scopo è stato verificare che in ogni situazione MOTOAIRBAG® entri efficacemente in funzione. Configurazioni di impatto ISO13232.

 
 

TEST DI IMPATTO

Il test valuta la capacità di assorbire l’impatto per i diversi protettori.

Un battente di acciaio (a forma di cordolo di marciapiede) colpisce il protettore con 50 J di energia. In seguito viene misurata la forza residua dell’impatto (espressa in kN) che ha attraversato il protettore e si scarica sulla schiena.

Minore è la forza residua trasmessa alla schiena migliore è la capacità del protettore di assorbire l’impatto.

Il grafico mostra la netta e superiore capacità di assorbimento d’urto dei sistemi airbag (EN1621/4:2013) rispetto ai comuni protettori rigidi (EN1621/2:2015)

 

TEST RIDE

Durante i test ride piloti e collaudatori professionisti utilizzano MOTOAIRBAG® costantemente per tempi prolungati o in situazioni ambientali difficili. Lo scopo è verificare il confort di utilizzo alle varie condizioni climatiche, la facilità di utilizzo e l’affidabilità nel tempo del sistema airbag.

MOTOAIRBAG® ha superato un totale di 1.500.000 di km di test in tutti gli ambienti.

 
1/9